Seicento #1. Le monarchie assolute

Spagna

Con Filippo II d’Asburgo (1556-1598), il più potente re d’Europa, la Spagna divenne un regno ben organizzato, grazie ad una burocrazia moderna ed efficiente. Fu però sconfitta più volte e nel 1588 la sua flotta fu distrutta dall’Inghilterra. I nobili spagnoli, abituati ad avere immense ricchezze dalle colonie, non erano interessati a migliorare l’agricoltura né altre attività: ebbe inizio per la Spagna un lungo periodo di decadenza.

Philippe-Jacques de Loutherbourg, La sconfitta dell'Invincibile Armada (1796)
Philippe-Jacques de Loutherbourg, La sconfitta dell’Invincibile Armada (1796)

Per approfondire…

La situazione della penisola italiana nel Seicento

Ugualmente l’Italia, dominata dalla Spagna, ebbe nel Seicento un periodo di decadenza, anche perché la monarchia spagnola impose tributi pesantissimi. D’altra parte le repubbliche di Genova e di Venezia erano in decadenza da quando il traffico commerciale si era spostato dal Mediterraneo all’Atlantico. Ai confini con la Francia invece si rafforzava il ducato di Savoia che si era esteso fino al Piemonte.

italia600
L’Italia nel XVII secolo

Paesi Bassi

Le Province Unite d’Olanda, l’unica repubblica fiorente nel secolo delle monarchie assolute, produssero la civiltà più avanzata del Seicento europeo. Conquistata con una lunga guerra l’indipendenza dalla Spagna, gli Olandesi diventarono i primi nel commercio internazionale con le Americhe e le Indie e crearono un grande impero coloniale. La società olandese fu la più democratica e tollerante dell’epoca.

Rembrandt, Sei sindaci dei drappieri di Amsterdam (1662)
Rembrandt, Sei sindaci dei drappieri di Amsterdam (1662)

Per approfondire…

Francia

Nel Seicento in Francia i re raggiunsero tre obiettivi:

  1. la pacificazione religiosa
  2. il rilancio economico
  3. il rafforzamento della monarchia

La Francia diventò una monarchia assoluta (dal latino a legibus soluta = ‘sciolta dalle leggi’) perché il re era libero da ogni controllo, anche da parte dei nobili. Le province francesi erano amministrate dagli «intendenti», funzionari che obbedivano al re.

Luigi XIV, il Re Sole (1643-1715) fu il simbolo dell’assolutismo e durante il suo regno la Francia divenne lo Stato politicamente più importante.

Louis-xiv-lebrunl
Charles Le Brun, Ritratto di Luigi XIV, re di Francia (1661)

Per approfondire…

Inghilterra

Durante il regno di Elisabetta I (1558-1603) si svilupparono l’agricoltura, la produzione dei panni di lana, il commercio. Dopo la vittoria sulla Spagna le navi inglesi dominarono l’Atlantico e cominciò l’esplorazione delle coste americane e asiatiche.

In Inghilterra il re governava insieme al Parlamento, formato da due Camere, la Camera dei Lords e quella dei Comuni. I membri della Camera dei Lords erano scelti dal re, quelli della Camera dei Comuni erano eletti dai sudditi benestanti.

Morta Elisabetta I seguì un periodo di rivoluzioni: aristocratici, borghesi e contadini si unirono per impedire che i re trasformassero l’Inghilterra in una monarchia assoluta. Alla fine, nel 1689, il re Guglielmo III firmo la «Dichiarazione dei diritti del Parlamento», impegnandosi a riconoscere le leggi approvate dal Parlamento. Nacque quindi la prima monarchia costituzionale.

George Gower, Elisabetta I (1588) Il ritratto di Elisabetta fu dipinto intorno al 1588 per commemorare la disfatta dell'Invincibile Armata. Elisabetta tiene la mano sul globo, simbolo di autorità, mentre sullo sfondo è raffigurato l'evento
George Gower, Elisabetta I (1588)
Il ritratto di Elisabetta fu dipinto intorno al 1588 per commemorare la disfatta dell’Invincibile Armata. Elisabetta tiene la mano sul globo, simbolo di autorità, mentre sullo sfondo è raffigurato l’evento

Per approfondire…

La Guerra dei trent’anni

Dal 1618 al 1648 la Germania, divisa in tante parti, fu insanguinata da una guerra lunghissima. Nata da motivi religiosi, principi cattolici contro principi protestanti, la guerra coinvolse tutte le principali monarchie europee. La pace di Westfalia portò in Europa un nuovo equilibrio.

L'Europa dopo la pace di Westfalia (1648)
L’Europa dopo la pace di Westfalia (1648)

Per approfondire…

…e dopo il ripasso, mettiti alla prova!

Rispondi alle seguenti domande
  1. Da chi fu distrutta nel 1588 la flotta spagnola?
  2. Quale Stato si rafforzava in Italia?
  3. Nel secolo delle monarchie assolute quale fu l’unica repubblica fiorente?
  4. Da chi erano amministrate le province francesi?
  5. Cosa avvenne dopo la morte della regina Elisabetta?
  6. Quale paese fu insanguinato dalla Guerra dei trent’anni?
Vero o falso?
  1. I nobili spagnoli migliorarono l’agricoltura e le altre attività.
  2. L’Italia nel Seicento ebbe un periodo di decadenza.
  3. Gli Olandesi crearono un grande impero coloniale.
  4. Quella francese diventò una monarchia costituzionale.
  5. In Inghilterra il re governava da solo.
  6. I membri della Camera dei Lords erano eletti dai sudditi.
Sai spiegare il significato dei seguenti termini?
  • monarchia assoluta
  • monarchia costituzionale
  • repubblica
  • burocrazia

Cinquecento #2. Le guerre di religione e la Controriforma cattolica

Altre Chiese protestanti

La Riforma protestante di Lutero si diffuse dalla Danimarca alla Svezia, spesso con l’appoggio dei re. In Inghilterra il re Enrico VIII si distaccò dalla Chiesa cattolica (1543) e si dichiarò capo di una nuova Chiesa, la Chiesa Anglicana.

Grandi predicatori diffusero in altre parti d’Europa la religione protestante: il più importante fu Giovanni Calvino. Egli a Ginevra, in Svizzera, organizzò una repubblica severamente basata sui principi della nuova religione.

Hans Holbein il Giovane, Ritratto di Enrico VIII (1539-41)
Hans Holbein il Giovane, Ritratto di Enrico VIII (1539-41)

Per approfondire…

Da Carlo V a Filippo II

Carlo V, svanito il sogno di regnare su un’Europa unita nella religione, nel 1555 rinunciò al trono. Suo fratello Ferdinando I ereditò titolo imperiale e territori austriaci, suo figlio Filippo II ereditò Spagna, Fiandre, territori italiani e colonie americane. Seguendo l’esempio del padre, Filippo II si impegnò nella lotta contro i Turchi e nel 1571 li sconfisse nella battaglia navale di Lepanto. I Turchi da allora dominarono solo la parte orientale del Mediterraneo.

Paolo Veronese, Allegoria della battaglia di Lepanto (1571)
Paolo Veronese, Allegoria della battaglia di Lepanto (1571)

Per approfondire…

Guerre di religione in Europa

Il calvinismo si diffuse in Francia e nelle Fiandre. In Francia ci fu una vera e propria guerra civile tra cattolici e ugonotti (così erano chiamati i calvinisti francesi) che furono sterminati. Nelle Fiandre gli abitanti del nord si ribellarono a Filippo II con lo scopo di creare una repubblica calvinista. Dopo una lunga guerra conquistarono l’indipendenza e crearono la Repubblica delle Province Unite, oggi Olanda. Le regioni del sud, oggi Belgio, rimasero cattoliche e fedeli al re.

Tiziano, Ritratto di Filippo II, (1555 ca.)
Tiziano, Ritratto di Filippo II (1555 ca.)

Per approfondire…

La Controriforma cattolica

Solo l’Italia e la Spagna avevano evitato guerre di religione; da qui partì un movimento di rinnovamento della religione cattolica che gli storici hanno chiamato Controriforma. Con il Concilio di Trento (1545-1563) si riaffermarono i principi della religione cattolica e si stabilì che solo la Chiesa può interpretare le Sacre Scritture. I vescovi tornarono a vivere nelle loro sedi; i preti furono preparati in scuole speciali, i seminari; la cura delle anime e l’insegnamento del Vangelo divennero nuovamente il compito centrale della Chiesa.

Della Controriforma fece parte anche la repressione. Il Sant’Uffizio o tribunale dell’inquisizione romana, chiamato allora Congregazione della sacra romana e universale Inquisizione, giudicava le persone sospette di eresia. Molti protestanti italiani, per salvarsi, furono costretti a scappare. Fu creato l’Indice dei libri proibiti che vietava la lettura dei testi considerati eretici. Migliaia di donne, anche nei paesi protestanti, furono condannate al rogo o impiccate perché considerate streghe.

Veronese, Cena a casa di Levi (1573) Dipinto inquisito dal Tribunale del Sant'Uffizio (originariamente il titolo dell'opera era L'ultima cena...)
Paolo Veronese, Cena a casa di Levi (1573)
Dipinto inquisito dal Sant’Uffizio: il tribunale non gradì il punto di vista innovativo dell’autore il quale, all’alternativa di modificare l’opera stessa, preferì adattarle un nuovo titolo (originariamente il titolo dell’opera era L’ultima cena!)

Per approfondire…

…e dopo aver ripassato, mettiti alla prova!

Rispondi alle seguenti domande
  1. Contro chi si allearono molti principi tedeschi?
  2. Chi sconfisse i Turchi nella battaglia di Lepanto?
  3. Che cosa fece il re d’Inghilterra Enrico VIII?
  4. Che cosa organizzò Calvino a Ginevra?
  5. Quali territori si ribellarono a Filippo II?
  6. Che cosa fece il Concilio di Trento?
Vero o falso?
  1. Nel 1555 Carlo V rinunciò al trono.
  2. Calvino diffuse la religione protestante in Svizzera.
  3. Le regioni del sud delle Fiandre, oggi Belgio, divennero calviniste.
  4. La Controriforma partì da Italia e Spagna.
  5. Migliaia di donne, solo nei paesi cattolici, furono condannate al rogo.
Sai spiegare il significato dei seguenti termini?
  • Chiesa Anglicana
  • Calvinismo
  • Ugonotti
  • Inquisizione
  • Controriforma
  • Seminari
  • Repubblica
  • Guerra civile
  • Concilio